Rapporto ONU dichiara USA e Cina leader indiscussi dell’AI

Secondo il rapporto pubblicato dall’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale (Wipo), che fa capo alle Nazioni Unite, gli Stati Uniti e la Cina sono i leader mondiali nel settore tecnologico dell’intelligenza artificiale (AI).

L’indagine ha preso in esame 340mila brevetti collegati all’AI e 1,6 milioni di studi scientifici pubblicati per la maggior parte dal 2013 in poi.

Dallo studio di essi è risultato che IBM ha il portafoglio di brevetti più ampio in assoluto (8.290) seguita dalla Microsoft (5.930). Le successive tre posizioni sono invece asiatiche: le giapponesi Toshiba (5.223) e Nec (4.406), e la coreana Samsung (5.102).

La Cina invece risulta possedere i 3/4 delle istituzioni accademiche presenti nella classifica delle prime trenta realtà mondiali per numero di brevetti. La migliore, tra di esse, è l’Accademia delle Scienze, con oltre 2.500 brevetti. Sono inoltre cinesi 17 su 20 migliori istituzioni accademiche globali per brevetti sull’AI, e 10 delle prime 20 pubblicazioni scientifiche.

N.B Il ramo più richiesto dell’AI è quello dell’apprendimento automatico (reti neurali) presenti in oltre un terzo delle invenzioni. La computer vision (è nel 49% dei brevetti), con il riconoscimento delle immagini fondamentale per lo sviluppo delle auto a guida autonoma.