Negli acquisti online pre-natalizi, del 2018, sono stati compromessi i dati del 30% degli utenti

Secondo quanto riportato dall’indagine condotta da Kaspersky Lab, nelle compere pre-natalizie sono stati compromessi i dati di un terzo (32%) delle persone che hanno fatto acquisti online.

Inoltre, il 27% di quelli che ha ammesso di aver subito un furto delle loro credenziali bancarie non ha mai recuperato il proprio denaro.

Quasi la metà degli utenti italiani coinvolti dallo studio (48%) ammette di aver dimenticato o di non aver neanche cercato di ricordare su quali siti o quali applicazioni abbia effettivamente condiviso le proprie credenziali.

Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab, ha sottolineato la pericolosità di questo comportamento dicendo:

“Tutti dovremmo prestare molta attenzione ai nostri dati bancari e ai nostri pagamenti online, evitando di inserire le nostre credenziali su siti non affidabili o di fare acquisti online tramite dispositivi non protetti”.

I ricercatori hanno osservato un aumento delle campagne di spam che sfruttano tipi di file non comuni, uno sforzo per aumentare le possibilità di eludere le protezioni di base della posta elettronica.