Google sotto indagine in USA e UE per il furto dei dati da Google+

Secondo il sito Reuters, l’authority irlandese per la privacy chiederà più informazioni a Google perchè la Data Protection Commission non era al corrente dell’attacco e ora ha la necessità di comprendere meglio i dettagli del furto di dati inclusa la natura e il rischio per gli utenti.

Oltre i sopracitati enti, ad esaminare la violazione, ci sono: il garante privacy della Germania e l’ufficio del procuratore generale di New York.

Il furto dei dati ha messo a rischio mezzo milione di account di utenti Google e costretto la società ad annunciare la chiusura del social network Google Plus. Dopo poco tempo l’azienda ha spiegato che il problema è stato risolto a marzo e che nessun sviluppatore ha sfruttato la vulnerabilità o i dati.

N.B Stando al Wall Street Journal, Google avrebbe scelto di non rivelare il problema di sicurezza per i timori di un controllo. La falla sicurezza si è verificata prima dell’entrata in vigore, a maggio, del Gdpr.